martedì 6 febbraio 2018

Nulla da cui difendermi

Antoine de Saint-Exupery ha scritto:

“Amico mio, accanto a te non ho nulla di cui scusarmi, nulla da cui difendermi, nulla da dimostrare: trovo la pace… Al di là delle mie parole maldestre tu riesci a vedere in me semplicemente l’uomo.”



E’ proprio l’idea che ho io dell’Amicizia. Ma quella vera. Non la semplice conoscenza o il passare una serata insieme. 
Non il raccontarsi di cose facili, ma condividere i mostri. 
Non il bere una birra per dimenticare, ma raccontare una verità scomoda, mostrare un punto dolente, descrivere le emozioni più difficili e profonde che si stanno provando.

E questo beh.. non è cosa da tutti.

L’amicizia è un miraggio. 
Essere poi amici quando “tutto va bene” beh è facile. 
Ma è quando si è in difficoltà che vengono fuori le cose vere. Che si vede "chi rimane".

Davanti ad un amico non ci si dovrebbe difendere, non si dovrebbe avere nulla da dimostrare, ne mille spiegazioni da dare. Al contrario spesso è l’amico che capisce prima ancora che si parli.

Ho ripetuto spesso ultimamente che non credo all’amicizia. Ed è vero. 
Ma voglio crederci. Fermamente.
Una parte di me ne ha una necessità immensa. 
Anche se so di poter fare da sola.

Da piccola avevo una amica del cuore. Le volevo cosi bene che avrei voluto passare ogni singolo istante con lei, facevamo i compiti insieme, le raccontavo tutto. E odiavo se lei parlava con altre in classe. Perché ero io la sua amica e dovevo esserlo solo io. Insomma l’ho soffocata ed è scappata a gambe levate…

Negli stessi anni leggevo una storia di Bruno Ferrero che raccontava di una mamma che spiegava al figlio come essere un vero amico. E lo faceva con una immagine: prendeva un pugno di sabbia e stringeva forte forte e la sabbia scappava… apriva la mano e la sabbia stava tutta nel palmo.

L’amore è questo: libertà di essere se stessi. Di non dover dare spiegazioni. Di non nascondersi. Di essere quello che si è anche nelle debolezze. Libertà anche di sbagliare (pur dicendolo) e non per questo perdere l’affetto. 
Ma libertà anche di andare. Di sparire. E poi tornare. Forse.
Libertà di parlare e dire ciò che si pensa. Libertà di rimanere in silenzio, perchè a volte il silenzio ci serve proprio per raccogliere tutte le idee e fermarsi un attimo.

Se siamo capaci di questo amore allora forse possiamo essere amici davvero. 

Quindi dobbiamo crederci o arrenderci?

Oggi non lo so.

Ma riguardare questo progetto che per caso (ma nulla è per caso) non avevo ancora pubblicato mi aiuta in una giornata in cui mi sento veramente messa in discussione e mi pongo domande.

Ora però spiego il progetto:

Due anni fa ho iniziato a fare il Project life (se non sapete cosa è andate sul blog di Scrappiamo Insieme), ma poi ho smesso e mi sono avanzate tante tante tante carte che lentamente sto utilizzando in altri modi.

A Natale ho dunque pensato di fare un progettino per una amica.

Voleva essere un album ma anche un luogo dove andare a pensare a cose belle, a chi ti vuole bene, a chi sei. Cosi mi sono inventata questo posto in cui Elena potrà andare a scrivere i suoi pensieri, mettere foto e pensare a cose belle. E se penserà a cose brutte io ci sarò.

Oggi non aggiungo altro.

Silvia




















8 commenti:

  1. Mi piace un sacco il tuo progetto. Elena ne sarà felice. E condivido in pieno quello che hai scritto sull' amicizia.

    RispondiElimina
  2. Esiste l'Amicizia, quella. quella con la A maiuscola, quella che non hai bisogno di sbandierare, quella che ti fa sorridere al cuore perchè coglie inaspettati, quella che ci fa pensare e ci fa sorridere e ci fa ridere e ci fa sentire al caldo, quella che non fa rumore (almeno non sempre), quella che tu sai che c'è e lei c'è. Quella che ti dice che sbagli e poi ti abbraccia, quella che sai che potrà non essere d'accordo con te ma non ti giudicherà, perchè tanto in fondo siamo sulla stessa barca, ma insieme è più facile. Ecco così. Esiste. non lo dimenticare. Perchè ... non è bello....
    PS: l'album è favoloso! e sono fortunata perchè ... E' MIOOO!

    RispondiElimina
  3. bellissimo progetto e bellissime parole ❤️

    RispondiElimina
  4. le tue parole sono stupende. Anche il progetto, molto profondo. Se vieni al nazionale fatti riconoscere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tu che devi assolutamente cercarmi... io sono quella che avrà sempre qualcosa da unicorno... ti aspetto!

      Elimina